Design eco-friendly per 111 Navy Chair, seduta ufficiale di Expo 2015

Design ed eco-sostenibilità per Expo 2015: infatti, la seduta ufficiale dell’atteso evento sarà 111 Navy Chair.

Quest’ultima nasce dalla partneship tra Coca-Cola ed Emeco (Electrical Machine and Equipment Company), azienda sita ad Honner in Pennylvania: questa estrosa collaborazione ha portato alla realizzazione di sedie interamente ottenute dal riciclo delle bottiglie di plastiche.

Leggera per costituzione, 111 Navy Chair esprime la sua natura eco-friendly con uno stile retrò di classe, molto anni Quaranta e che si rifà al suo look originale: nel 1944, precisamente, Emeco ha dovuto produrre per la Marina americana (da cui il nome “Navy”…) una seduta leggera e resistente da apporre nelle navi e nelle basi militari.

Creata con la denominazione 1006 (che si pronuncia “ten-o-six”), ai suoi esordi era composta intermaente di alluminio, un metallo che la rendeva indistruttibile e, quindi, per nulla sostituibile.

Emeco, col passare del tempo, ha visto una diminuzione costante della richiesta, fino ai giorni nostri, quando 1006 è stata decretata, da designer ed architetti, un’icona di stile, minimalista, essenziale e senza tempo.

Dalla partnership con Coca-Cola, il suo materiale di produzione è cambiato, rendendola eco-sostenibile sotto diversi punti di vista, grazie all’impiego di PET riciclato (65% del totale), additivi anti-fiamma, fibra di vetro e pigmenti colorati: dal 2010 ad oggi, la realizzazione di 111 Navy Chair ha richiesto il riciclo di 14.500.000 bottiglie di plastica.

Insomma, il prodotto di design perfetto per rappresentare l’impegno ecologico di Expo Milano 2015.