Privacy e banche dati : Messe Frankfurt in tribunale

Pur essendo fra gli enti fieristici internazionali più importanti, Messe Frankfurt (con due società controllate) è finita in tribunale, con l’accusa di utilizzo di metodi illetici e non etici.

Tutto parte da Demat, organizzatrice della fiera EuroMold, che ha emanato un’ingiunzione nei confronti di Messe Frankfurt, per uso illecito di banche dati e violazione della privacy.

Secondo le accuse, la Fiera di Francoforte lancerebbe Formnex (kermesse per la progettazione, sviluppo e costruzione di utensileria, stampi, additive manufacturing etc.) con i contatti, le informazioni, i dati etc. degli espositori di EuroMold, oltre ad un pesante pressing marketing durante lo svolgimento della scorsa edizione dell’evento fieristico.

Praticamente, Demat ha deciso di scindere la partnership con Messe Frankfurt (dopo ben 21 anni) per l’organizzazione della fiera EuroMold, in favore di Messe Dusseldorf.

Quindi, Formnex (con le accuse formulate) sarebbe la risposta della Fiera di Francoforte dopo la rottura della ventennale collaborazione, che, oltrettutto si terrebbe dal 24 al 27 novembre 2015, meno di due mesi dopo EuroMold, organizzata dal 22 al 25 settembre 2015.

La Corte di Francoforte ha dato ragione a Demat, respingendo l’opposizione di Messe Frankfurt all’ingiunzione, ma, allo stesso tempo, la sua decisione sembra avere un valore maggiore, in quanto sancisce che i dati forniti devono essere protetti e garantiti dagli enti fieristici, senza venire impiegati per le proprie finalità, qualunque esse siano.

Messe Frankfurt tribunale privacy banche dati