Fiere e mercati : il restyling di Firenze

Novità per quanto riguarda le fiere ed i mercati in quel di Firenze: intanto, un congruo aumento delle stesse manifestazioni fieristiche, che da undici arrivano a diciannove.

A questo proposito, si cerca di valorizzare alcune aree del capoluogo toscano, come piazza Carmine, la cui recente pedonalizzazione può accentrare importanti attività economiche e turistiche.

Allo stesso modo, la suddetta piazza va ad aggregarsi a Borgo Tegolaio e piazza Santo Spirito, per rinnovare e raddoppiare l’omonima fiera di Santo Spirito, che prende quindi il nome di Fiera dell’Oltrarno.

Così facendo, le postazioni passano da 114 a 140, si hanno fino ad ottanta posteggi in più e la stessa piazza Carmine può aumentare la presenza degli operatori di una sessantina.

Quest’ultima è presto baluardo dell’evento “Carmine in fiera ” e della “Rassegna Enogastronomica” del venturo novembre, a cui partecipano circa 25 operatori.

La Fiera Marzolina (con 20 espositori), la Fiera Manodopera (24 espositori), La Fierucola (80 espositori), con il Mercato internazionale di Firenze (70 operatori), vanno a convogliare e valorizzare, infine, piazza Santissima Annunziata.

Insomma, un restyling fieristico a tutto tondo per la città d Firenze, sia in nome del commercio sia del turismo.

Firenze fiere restyling