Il progetto di rinnovamento della Nuova Fiera di Vicenza

Sta per arrivare al termine il piano di rinnovamento quinquennale della Fiera di Vicenza: una rivisitazione iniziata nel 2011 e che dovrebbe concludersi in questo 2015.

Il quartiere fieristico vicentino è protagonista di una riqualificazione complessiva della struttura, un progetto insito nel suo restauro organico con la città.

L’architetto Flavo Albanese ha raccontato la Nuova Fiera di Vicenza come un polo attrattivo di primaria importanza, pronto ad accogliere eventi, innovazione e farsi centro di incontri, informazioni etc.

Il progetto prevede una riorganizzazione complessiva degli ingressi, dei servizi e dei percorsi presenti, inerente anche alla sostituzione del padiglione centrale (la struttura “a chiocciola”) ed il realizzare un nuovo padiglione biplanare.

Si aggiunge, quindi, una specie di relazione e coordinazione tra i padiglioni presenti, con un design inedito ed originale, fatto di ramificazioni di pilastri naturomorfici (a reggere un tetto posto a quindici metri di altezza) e di spazi verdi, a titolo di “serre” per gli alberi.

A tutto questo si annettono il grande parcheggio multipiano (proprio adiacente al complesso fieristico) ed una vera e propria piazza dell’architettura, che vedrà la caratterizzazione dell’intero ingresso della Fiera.

L’intero progetto Nuova Fiera Vicenza è formato da diversi step di lavorazione, ma tutti comportano la realizzazione di un polo fieristico urbano d prima qualità, pronto ad accogliere kermesse, congresi, incontri etc. che si rifletteranno favorevolmente su tutta la vita cittadina.

(immagini da archiportale.it, cfk.it e vicenzafiera.it)