Restyling della Fiera di Bologna affidato allo studio di architettura tedesco GMP

La Fiera di Bologna si rifà il look grazie ai tedeschi.

Sarà uno studio di architettura di Amburgo a operare il restyling della Fiera di Bologna. Precisamente è lo studio GMP Hamburg , di Gerkan Marg & Partner.
I lavori dovrebbero partire entro Ottobre 2016 anche se permane l’incognita della variante urbanistica e del suo iter burocratico. Inoltre l’intervento di restyling costerà tra i 60 e 70 milioni di Euro, cifra che ancora non ha copertura e che dovrà essere approvata entro dicembre. E’ un passo fondamentale per non perdere le fiere Eima e Cersaie.

Il piano di restyling è degli architetti  Meinhard von Gerkan e Volkwin Marg, professori di Architettura alle università di Braunschweig e Aquisgrana che hanno firmato altre grandi opere internazionali come lo stadio berlinese Olympiastadion la stazione principale di Berlino e gli aeroporti di Stoccarda Amburgo e della stessa Berlino. Per quanto riguarda le Fiere hanno firmato Lipsia Hannover e Dusseldorf in Germania e Naning e Shenzhen in Cina. In Italia ha firmato la nuova fiera di Rimini e il Palacongressi. Stiamo parlando di un grande studio  con 7 soci e 280 collaboratori.

Gli interventi riguarderanno la nuova entrata Nord , quattronuovi padiglioni e la sostituzione dei vecchi padiglioni 29, 30 e 35.